arrow-nextarrow-prevarrow-rightflag_franceflag_germanyflag_italyflag_portugalflag_spainflag_united-kingdomgridlocklogo-derigo-40logo-derigo-condlogo-derigo-we-share-the-visionlogo-derigoplayplusrouteslider-arrow-leftslider-arrow-rightsocial-facebooksocial-googleplussocial-instagramsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-youtubeuser
LA FONDAZIONE DE RIGO H.E.ART ONLUS AL FIANCO DELLA COMUNITÀ DI CIECHI E IPOVEDENTI DEL TERRITORIO CON DISPOSITIVI DI VISIONE ARTIFICIALE D’AVANGUARDIA

LA FONDAZIONE DE RIGO H.E.ART ONLUS AL FIANCO DELLA COMUNITÀ DI CIECHI E IPOVEDENTI DEL TERRITORIO CON DISPOSITIVI DI VISIONE ARTIFICIALE D’AVANGUARDIA

Belluno, 18 settembre 2021 - Contribuire a dare nuove opportunità ai giovani del territorio più in difficoltà, fornendo strumenti per una vita e un futuro migliore. Una sfida troppo importante per non farne parte.

Fondazione De Rigo H.E.ART Onlus, in collaborazione con la Sezione Territoriale di Belluno dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus APS (UICI), e con il supporto di Vision Dept, distributore esclusivo per l’Italia dei prodotti OrCam Technologies, ha scelto di donare il sofisticato dispositivo tecnologico OrCam MyEye a 10 giovani studenti e neolaureati ciechi e ipovedenti del territorio.

Un’iniziativa virtuosa che nasce anche dalla particolare sensibilità di De Rigo che da sempre si occupa di contribuire con le proprie montature di occhiali a migliorare la qualità dell’esperienza visiva delle persone.

L’attività ha raccolto il plauso delle autorità locali. La cerimonia di consegna dei dispositivi organizzata per sabato 18 settembre, presso la Sala Bianchi del Comune, beneficia del patrocinio del Comune di Belluno e si propone di offrire un momento di approfondimento e riflessione sul tema della disabilità visiva.

Partecipano all’incontro la famiglia De Rigo, che ha dato vita alla Fondazione De Rigo H.E.ART Onlus, la Presidente della Sezione Territoriale di Belluno dell’UICI Luciana Dalle Molle, il Sindaco di Belluno Jacopo Massaro e l’Assessore alla Provincia di Belluno Franco De Bon.

Per la Fondazione De Rigo H.E.ART Onlus - espressione di una famiglia e di una realtà imprenditoriale che da sempre ha a cuore le persone, in particolare i più giovani - sostenere progetti di così grande valore rappresenta un dovere morale e un impegno concreto verso il territorio e non solo.

Gli occhiali per noi sono un mestiere di famiglia. La nostra Fondazione si è data come missione il sostegno alla formazione e alla salute dei giovani che devono affrontare ostacoli di diversa natura sul proprio cammino. Offrire ai ragazzi ciechi e ipovedenti una possibilità concreta e innovativa che consenta di vivere appieno la loro quotidianità in maniera autonoma e di potersi esprimere al meglio nello studio e nel lavoro, è per noi un motivo di gioia. Ancora più quando si tratta giovani promesse del nostro territorio, come in questo caso con la collaborazione con la sezione di Belluno dell’UICI” commenta Barbara De Rigo, Presidente della Fondazione De Rigo H.E.ART Onlus

Siamo orgogliosi di aver collaborato con la Fondazione De Rigo H.E.ART Onlus per la realizzazione di questo progetto, ma soprattutto per il significato che esso porta con sé: i giovani sono il nostro futuro, dobbiamo consentire loro di avere ogni strumento possibile, affinché possano realizzare i loro desideri e progetti in autonomia. In un momento storico incerto come quello che stiamo vivendo, trovare realtà così sensibili alla problematica della disabilità non è affatto scontato” commenta Luciana Dalle Molle, Presidente della Sezione Territoriale di Belluno dell’UICI.

“L’ipovisione è un tema di grande attualità sociale e nel futuro avrà sempre più incidenza sulla politica sanitaria e sull’integrazione socio-sanitaria. L’oftalmologia sta facendo grandi progressi in termini di prevenzione e cura delle patologie oculari e la ricerca scientifica, grazie soprattutto alle nuove tecnologie, ha permesso di mettere a punto ausili per ipovisione d’avanguardia, con il raggiungimento di nuovi traguardi nel recupero dell’autonomia visiva di molti pazienti“  commentano la Dr.ssa Luigina Tollot, direttore dell'unità operativa complessa di Oculistica di Belluno e il Dr. Michele Del Borrello, responsabile del Centro di Ipovisione del reparto Oculistico di Belluno.

 

My.derigo My.derigo

Area Riservata