arrow-nextarrow-prevarrow-rightgridlocklogo-derigo-40logo-derigo-condlogo-derigo-we-share-the-visionlogo-derigoplayplusrouteslider-arrow-leftslider-arrow-rightsocial-facebooksocial-googleplussocial-instagramsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-youtubeuser
CONOSCI DE RIGO

ELISABETTA PRADAL E L'ORGOGLIO DI LAVORARE NELLA LOGISTICA

Se pensate che magazzino sia sinonimo di “butto della merce in uno scatolone e la spedisco”, allora non avete mai visitato un centro logistico. Già perché la logistica oggi ha una funzione strategica ed è parte integrante di quel processo di generazione del valore, che un’impresa s’impegna a fare.

Per capire tutto ciò è sufficiente visitare la logistica De Rigo e dialogare con Elisabetta Pradal, il direttore di essa. Innanzitutto ci si trova di fronte ad una struttura all’avanguardia, che ha trovato la dimensione giusta rispetto a ciò che deve fare. Un magazzino dove non c’è per scelta un automatismo completo perché deve avere quella flessibilità in grado di adattarsi alle continue nuove esigenze del mercato. Un luogo di lavoro dove un centinaio di persone lavorano costantemente nel dare il meglio di un servizio a 360°. Un gruppo di lavoro collaborativo che si occupa di ricevere il prodotto, controllarlo a livello qualitativo, confezionarlo e imballarlo secondo le esigenze dei diversi clienti e cercare la spedizione più idonea in base alle problematiche di logistica di ogni Paese.

La logistica è un’attività dalle mille sfaccettature e ne è testimonianza la giornata tipo di Elisabetta e di tutto il suo staff. La loro funzione “è quella di risolvere i problemi”, perché la logistica è la parte finale di un iter produttivo dove c’è il marketing che deve pensare, il commerciale che deve vendere, la produzione che deve produrre e la logistica che deve puntualmente far arrivare nei negozi il prodotto. È straordinario vedere l’affiatamento che c’è anche nel superare le problematiche più importanti, dove ostacoli insuperabili diventano sfide che con il supporto di tutti portano alla conquista di nuovi traguardi.

Elisabetta che da ventotto anni lavora in De Rigo, è straordinaria per la sua attitudine nel guardare avanti. Mentre sta concludendo una cosa pensa già a come poterla migliorare. La cadorina è un concentrato di sogni ed azioni. Un pensiero progettuale continuo che poi trova concretezza e fattibilità in ciò che fa.

Lei non si pone nemmeno l’interrogativo di cosa avrebbe potuto fare se non avesse lavorato in De Rigo. Un percorso il suo particolare, dove l’unica certezza è sempre stata la sua passione nel fare le cose. Frequenta l’istituto alberghiero per poi ritrovarsi già a diciannove anni a lavorare nell’ambito dell’occhialeria. Ora sta progettando il suo sogno di domani, quando smetterà di lavorare. Sarà quello di avere in alta montagna una sua piccola fattoria e proprio questo forse sarà la concretizzazione di quel sogno che aveva da bambina: fare la veterinaria.

My.derigo My.derigo

Area Riservata